Risultati della ricerca

La Villa del futuro: ad Asti la casa “ecolibera”

Pubblicato da LISTAIMMOBILIARE.it il 8 Ottobre 2019
| 0

Nasce una villa del futuro ad Asti, dove le bollette sono gratis e dove l’orto è posizionato, pensate un po’, in cucina! Una vera e propria casa che guarda al futuro ed alla sostenibilità ambientale dunque quella che è nata ad Asti, con la cucina come elemento centrale in cui far nascere e coltivare piante ed un vero orto all’interno.

La villa del futuro sarà incentrata sul rispetto per l’ambiente e sull’economia circolare, con un’eco-terrazza che sarà il fiore all’occhiello della struttura inaugurata lo scorso 3 ottobre. I padroni di casa arriveranno con l’auto elettrica, che sarà lasciata nell’apposito box a ricaricare per tutta la notte. Nel frattempo sarà possibile godere della vasca idromassaggio con l’acqua riscaldata grazie all’impianto fotovoltaico, che permetterà di riscaldare anche tutto il resto della casa.

Niente più bollette da pagare quindi, e anche la spesa al supermercato sarà dimezzata nella villa del futuro, perché in cucina ci sarà un vero e proprio orto che darà i suoi frutti grazie al metodo della coltura idroponica. La villa è la prima del suo genere in Italia, e si troverà nella frazione Castiglione di Asti. Già è stata scollegata alla rete del gas, ed è pronta per il grande distacco anche dalla rete elettrica. Viene chiamata casa Ecolibera, «off-grid ready» e «full optional».

In casa si possono caricare due auto elettriche, c’è una piscina riscaldata e, appunto, la coltura idroponica. Si va verso la totale autosufficienza quindi, come spiegano Pierpaolo Zampini e Dario Mortini di Finilibera, l’azienda che ha progettato la casa. «Ecolibera significa staccata dai vincoli che legano i proprietari di casa. Eco sta per ecologica, perché l’abitazione è a emissioni zero, ma anche per economica: l’investimento si recupera in meno di cinque anni e garantisce una durata nel tempo. L’abbattimento dei costi si verifica sin da subito azzerando la spesa per carburante e bollette».

Certo, forse non tutti sono pronti per questo cambio di vita, ma anche in questo caso gli imprenditori hanno le idee chiare: «L’industria automobilistica investe sull’elettrico e le vecchie abitazioni in classi energetiche basse che i genitori lasciano ai figli sono un costo più che un pregio. Le nostre ville non solo non perderanno valore ma sono ciò di cui tutti avranno bisogno fra dieci anni». Il progetto complessivo prevede la realizzazione di 11 abitazioni indipendenti che formino un vero e proprio complesso.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Confronta Annunci