Risultati della ricerca

Aliquota sulle case sfitte da due anni. Maggiorazione del 2 per mille

Pubblicato da LISTAIMMOBILIARE.it il 11 Febbraio 2020
| 0

 

 

Parliamo oggi dell’aliquota sulle case sfitte da oltre due anni, per le quali la normativa prevede delle condizioni particolari. Se l’abitazione è infatti sfitta da almeno due anni, ecco una superaliquota da applicare.

Quindi, se l’immobile è sfitto da due anni e per la casa non risulta essere stato registrato nessun contratto di locazione ed essa non è utilizzata dal proprietario come abitazione, ecco che in deroga al limite massimo della legge si applica un’aliquota Ici maggiorata del 2 per mille.

Questo è quello che ha determinato la Cassazione in merito all’aliquota sulle case sfitte, con l’ordinanza 23052/2019. Nel caso specifico un contribuente ha impugnato due accertamenti del Comune riguardante un immobile su cui tra il 2007 ed il 2008 si era applicata la maggiorazione del 2 per mille sull’aliquota ordinaria del 7 per mille. L’immobile in oggetto infatti non era registrato come residenza del proprietario, che però sosteneva di aver avuto lì la residenza fino al 20 marzo 2007. Secondo il proprietario quindi l’aliquota sulle case sfitta maggiorata, applicabile dopo 2 anni, era da applicare solo dal 2009.

La Corte ha accettato tale ricorso. In questi casi dunque al proprietario si riconosce il periodo di tempo di 2 anni prima di applicare la maggiorazione sulla casa sfitta, per valutare tutte le opzioni di godimento o di contratti di locazione.

SCOPRI TUTTE LE OPPORTUNITA’ E GLI INCENTIVI PER EFFETTUARE LAVORI NELLA TUA CASA

Confronta Annunci